Casa La Rondine

Il Servizio di accoglienza “La Rondine”, offre una casa in cui trovare temporanea ospitalità e accompagnamento a gestanti e madri con bambini, in condizioni di emergenza sociale, abitativa e/o di sicurezza personale, sprovviste di risorse proprie, parentali o amicali.
Le donne accolte autogestiscono le attività quotidiane in base al percorso individuale concordato con i Servizi Sociali di competenza e con lo staff educativo del Villaggio SOS ed al Regolamento sottoscritto in fase d’ingresso.

La struttura destinata al servizio di accoglienza “Mamma con Bambino” è un appartamento con un ampio giardino, arredato con cucina, salone, 2 bagni in comune e 4 camere da letto.

Prestazioni garantite:
Accoglienza residenziale stabile e continuativa;
Assistenza educativa 6 giorni a settimana con reperibilità telefonica in caso di bisogno;
Partecipazione attiva del nucleo alla vita della casa;
Buono pasto;
Percorsi di orientamento e inserimento sociale o lavorativo (su richiesta)

Lo Staff è composto da un coordinatore tecnico e da almeno una figura educativa che si riunisce settimanalmente per la programmazione delle attività e per la verifica dell’intervento educativo.
L’equipe si avvale una supervisione esterna mensile e di percorsi formativi pianificati annualmente.

L’ammissione è subordinata alla richiesta del servizio sociale di competenza ed all’impegnativa di spesa dell’Ente pubblico che richiede l’inserimento.

Il progetto di ammissione (modalità, tempi, comunicazioni) viene concordato con il Direttore. Nella fase di inserimento vengono coinvolte le utenti, le quali sottoscrivono il Regolamento. All’atto di ammissione/inserimento i servizi responsabili dell’inserimento dovranno fornire la documentazione relativa al nucleo: eventuale Decreto del Tribunale, Progetto Quadro, Documenti d’identità, Stato di famiglia, documentazione sanitaria).

Il Progetto Educativo Individualizzato viene elaborato e sviluppato in modo coerente con il Progetto Quadro formulato dal Servizio di riferimento del nucleo. Nella formulazione e realizzazione del PEI viene coinvolto il nucleo – P.E.Pa. (Progetto Educativo Partecipato).

La Dimissione dalla comunità educativa di norma avviene nei tempi e con le modalità previste nel progetto individuale. Il processo di dimissione è personalizzato e graduale comprende una preparazione del nucleo con il coinvolgimento dei servizi invianti. In casi eccezionali ove la presenza del nucleo all’interno della comunità risulti pregiudizievole o dannosa per lo stesso o per gli altri ospiti o per il Villaggio, la Direzione previa comunicazione in tempo debito e con motivata spiegazione ai servizi invianti può richiedere la dimissione anticipata. In caso di dimissione volontaria (fuga) la Direzione ne dà immediata comunicazione all’autorità competente e provvede, secondo le modalità previste e concordate al momento dell’ammissione.

La Retta standard è di € 50.00/Giorno più iva a persona.

La retta comprende alloggio con camera personale e spazi in comune assistenza educativa qualificata per il nucleo familiare Reperibilità telefonica 24 ore su 24. bonus spesa (alimentare e spese domestiche) spese ordinarie relative alla salute (escluse spese non coperte dal servizio sanitario nazionale) spese scolastiche pubbliche.

Spese aggiuntive o straordinarie.
Servizi aggiuntivi e straordinari non contemplati nell’elenco, ed i relativi costi a carico dell’Ente pubblico, vengono di
volta in volta concordati tra i servizi invianti e la Direzione del Villaggio. In particolare per i neonati e i bambini con
disabilità o patologie, assistenza educativa straordinaria sui figli e/o sulla madre e l’attivazione di tirocini lavorativi.
Per le utenti in Convenzione con il Comune di Mantova si fa riferimento alla stessa.